ASSEGNO UNICO 2023

10 febbraio 2023

Gentili clienti,

Ricordiamo che la prima annualità dell’Assegno Unico sta per scadere il 28 febbraio prossimo e pertanto occorre:

  1. Presentare la nuova DSU 2023. L’ISEE presentato nel 2022 è scaduto il 31/12 e deve essere rinnovato per consentire all’INPS di quantificare correttamente l’importo dell’Assegno Unico dovuto da marzo 2023 a febbraio 2024 (entro il 30/06 per godere della retroattività a partire da marzo). In mancanza l’Inps erogherà gli importi minimi previsti per legge ossia €50 per i figli minorenni e €25 per i figli maggiorenni.  
  2. Verificare le eventuali variazioni da comunicare. La domanda di Assegno Unico continua automaticamente senza necessità di essere ripresentata ma rimane l’obbligo di comunicare all’INPS eventuali variazioni che possono influire sul beneficio (tempestivamente rispetto al verificarsi della variazione).

Si riepilogano di seguito le principali variazioni da comunicare all’INPS:

-          Nascita di figli

-          Variazione o inserimento della condizione di disabilità di figli

-          Variazione della dichiarazione di frequenza scolastica / attività lavorativa dei figli maggiorenni

-          Variazione in merito all’eventuale separazione/coniugio dei genitori

-          Variazione nella ripartizione dell’assegno tra i genitori

-          Variazione della modalità di pagamento scelta

-          Variazione delle condizioni di spettanza delle maggiorazioni

 

Storicamente gli interlocutori per eccellenza per l’ISEE sono da sempre i sindacati / patronati che godono di remunerazioni pubbliche per il servizio che offrono.

Lo studio fornirà la documentazione reddituale che fosse necessaria ai fini di procedere con il conteggio.

Ove vi sia espressa richiesta del cliente ci si rende disponibili ad inoltrare la domanda di assegno unico all’INPS nonché ad integrare i dati del precompilato fornito dall’INPS con la
presenza del cliente in studio munito del proprio SPID. Il servizio che renderemo avrà un costo da concordare in base alla complessità dei dati da fornire e al numero dei
componenti il nucleo familiare.

Rimaniamo a disposizione e con l’occasione porgiamo distinti saluti.

Archivio news

 

News dello studio

feb20

20/02/2024

LEGGE DI BILANCIO 2024 - LE NOVITA' PER IL LAVORO

Gentili Clienti, È stata pubblicata sul S.O. n. 40 alla G.U. n. 303 del 30 dicembre 2023 la L. 30 dicembre 2023, n. 213, Legge di Bilancio 2024: di seguito si sintetizzano le principali

gen25

25/01/2024

LEGGE DI BILANCIO 2024

Gentili Clienti, riportiamo una sintesi delle principali disposizioni di carattere tributario contenute nella L. 30.12.2023 n. 213, pubblicata in S.O. n. 40 alla Gazzetta Ufficiale n. 303 del 30.12.2023

mag3

03/05/2023

DIMISSIONI PADRE: OBBLIGO VERSAMENTO TICKET E CONVALIDA PRESSO ISPETTORATO

Gentili Clienti, L'INPS, alla luce delle novità introdotte dal D. Lgs. n. 105/2022, con messaggio n. 1356 del 12 aprile 2023, fornisce importanti precisazioni in merito alla disciplina del congedo

News

mag28

28/05/2024

Autovelox: in vigore le nuove regole

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.

mag28

28/05/2024

Come calcolare la II rata dell'acconto 2024 in presenza di concordato preventivo

Con comunicato del 27 maggio 2024, AssoSoftware

mag28

28/05/2024

ANF con importi aggiornati: chi deve chiederli e cosa deve fare il datore di lavoro

Sono numerosi i dipendenti che hanno ancora