DECRETO GREEN PASS

07 ottobre 2021

Gentili Clienti,

Il prossimo 15 ottobre entra in vigore il “decreto green pass“: ecco in sintesi i punti principali relativi alle regole aziendali.

1. Qualunque lavoratore – dipendente o autonomo – per accedere al proprio posto di lavoro o nel luogo in cui  svolge la propria attività deve essere munito di green pass, che deve esibire a richiesta.

2. Il decreto parla di posto di lavoro o di luoghi dove l’attività è svolta: dunque, anche un lavoratore autonomo che si rechi un luogo dove presterà la propria opera deve essere provvisto del green pass. Ciò, ad esempio, riguarda un agente di commercio nel momento in cui fa ingresso nella sede del cliente (oltre che della propria azienda preponente), o un artigiano che venga chiamato per un intervento o una riparazione su un luogo di lavoro (azienda, ufficio e così via).

3. L’obbligo del green pass riguarda anche i titolari d’azienda.

4. Il controllo del green pass spetta al datore di lavoro (o a un suo delegato fac simile delega), secondo modalità operative che l’azienda dovrà definire; in linea generale, il decreto prevede che “prioritariamente, ove possibile, (…) tali controlli siano effettuati al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro” e che possano esservi anche verifiche a campione di cui non si conoscono ancora le modalità. La verifica da parte del datore di lavoro avviene tramite l’APP scaricabile gratuitamente su dispositivo mobile. Il green pass può essere anche cartaceo, ma dovrà essere letto con l’applicazione.

5. In assenza di green pass, l’accesso in azienda è precluso al lavoratore ed egli viene considerato assente ingiustificato: il che, però, non comporta a suo carico alcun provvedimento disciplinare, né può essere licenziato; per i giorni di assenza non gli sono dovuti né la retribuzione né qualsiasi altro compenso; non vanno versati neppure i contributi previdenziali.

6. Inoltre, per le aziende fino a quindici dipendenti è prevista una disciplina particolare che consente, a determinate condizioni, la sostituzione temporanea del lavoratore privo di green pass.

7. Salvo proroga il decreto (e quindi anche i limiti temporali delle eventuali sostituzioni) rimane in vigore sino al 31 dicembre 2021.

8. Il Green Pass è ottenibile anche con l’effettuazione del tampone, ed è rilasciato anche ai soggetti guariti dal contagio.

 

Si rimane a disposizione per eventuali ulteriori informazioni in merito.

Cordiali saluti

Archivio news

 

News dello studio

mar28

28/03/2022

DL 24/03/20222, N. 24: Covid-19 Superamento della fase emergenziale

Gentili Clienti, di seguito si riportano le principali novità del DL 24 marzo 2022, n. 24.   Green pass, Mappatura dei colori, Struttura commissariale e Cts Dal 1° aprile il green

feb11

11/02/2022

GREEN PASS NEI LUOGHI DI LAVORO: OBBLIGO VACCINALE, CONTROLLI E SANZIONI DAL 15 FEBBRAIO

Gentili Clienti, Ricordiamo ancora una volta che a partire dal 15 febbraio, per gli ultracinquantenni cambiano le regole per l’accesso ai luoghi di lavoro. Dovranno possedere ed esibire, su richiesta,

gen24

24/01/2022

GREEN PASS ED ACCESSO A SERVIZI E ATTIVITA'

Gentili Clienti, in allegato si invia DPCM del 21 gennaio 2021. Cordiali saluti

News

mag18

18/05/2022

Decreto Aiuti: la mappa delle novità per imprese e professionisti

Proroga di 3 mesi, dal 30 giugno al 30

mag21

21/05/2022

Modello 730/2022 precompilato: come delegare un familiare o un soggetto estraneo

La dichiarazione 730/2022 precompilata